Terni Falls Festival

edizione 2021

Scopri

 

Il Terni Falls Festival nasce con l’obiettivo di promuovere il territorio di Terni, Narni e Valnerina, puntando sullo spessore culturale dei personaggi che durante il Grand Tour sono passati a visitarlo.

La Cascata delle Marmore ha rappresentato, nei secoli XVIII e XIX, una delle attrazioni di maggiore richiamo per le personalità che venivano in visita in Italia, di certo la più importante tra le molte dislocate entro i confini dell’Umbria.

Pittori, scrittori, poeti, scienziati, compositori, politici e regnanti, lunghissima è la lista di coloro che sono transitati da queste terre per godere di tale spettacolo, lasciando numerosissime testimonianze tra dipinti, disegni, stampe, diari di viaggio e poesie. 

Lord Byron e la Cascata

Horribly beautiful è l’espressione con cui Lord Byron restituì in un concetto l’emozione di trovarsi davanti allo scenario della Cascata delle Marmore. I versi del poeta inglese ebbero poi una certa influenza sui viaggiatori di quel periodo romantico, e non è forse un caso che sia proprio Byron l’unico personaggio del Grand Tour a cui Terni ha poi dedicato una voce sullo stradario cittadino.

HORRIBLY BEATIFUL!

Figure del calibro di Galileo Galilei, Vittorio Alfieri, Johann Wolfgang von Goethe, Maria Luisa d’Asburgo-Lorena, Hans Christian Andersen, Felix Mendellsohn, Charles Dickens sono nel tempo passati per Terni,, grandi pittori quali William Turner e Camille Corot hanno dipinto la Cascata delle Marmore, Papigno, il Lago di Piediluco e il Ponte di Augusto di Narni.

La consapevolezza sulle potenzialità del nostro territorio può e deve passare anche attraverso una migliore conoscenza di questa importante tradizione culturale. È inutile recriminare su com’era la “valle incantata” prima dell’arrivo delle industrie, e come sarebbe potuta essere oggi se le fabbriche non fossero state mai impiantate.

In fondo il fascino della Cascata delle Marmore, del Ponte di Augusto e del lago di Piediluco sono rimasti immutati nei secoli, così come lo è rimasta la bellezza del centro storico di Narni. Solo Terni ha subito dei profondi cambiamenti, dovuti pure alle ferite prodotte dalla Seconda Guerra Mondiale, ma nonostante ciò, la città conserva ancora notevoli testimonianze del suo passato romano, medievale e rinascimentale, e merita sicuramente una maggiore attenzione.

Come fu per i viaggiatori del Grand Tour, ci sono tutti i presupposti affinché i turisti possano fermarsi sul nostro territorio almeno un paio di giorni, incuriositi dal fatto di essere stati preceduti da così eminenti figure dell’arte, della scienza, della letteratura, della musica classica, della politica, discipline che si prestano ad essere sviluppate anche in ambito didattico con opportuni richiami e collegamenti al nostro contesto storico-geografico.

Per i noti motivi dipendenti dalla pandemia Covid-19,

il programma dell’edizione 2021 rimane da definire.

Rimbombo di acque! Dalla scoscesa altura il Velino

fende il baratro consunto dai flutti. Caduta di acque!

                                                                                                                                                  Lord Byron

SEGUI LE NOSTRE PAGINE SOCIAL

CONTATTA IL TERNI FALLS FESTIVAL

4 + 8 =