GLI ASBURGO-LORENA ALLA CASCATA

Non si è trattato di un evento del calendario 2019 del Terni Falls Festival,  ma di una sorta di “anticipazione”, occasione per celebrare altri eminenti viaggiatori indel Gran Tour: membri della casa reale austriaca visitarono nel 1819 la Cascata delle Marmore.

Era il 2 aprile 1819 quando Maria Luisa d’Asburgo-Lorena, duchessa di Parma, già consorte di Napoleone Bonaparte, proveniente dalla Toscana, giunse a Terni, alloggiando all’Albergo del Moro. In suo onore furono eseguite delle musiche. L’ 11 giugno 1819, proveniente da Roma, l‘Imperatore d’Austria Francesco II, accompagnato dalla moglie Carlotta di Baviera e dalla figlia, archiduchessa Carolina, fu ospitato a Palazzo Manassei, ricevendo un caloroso tributo dalla popolazione. Due giorni dopo giunse a Terni un altro importante personaggio vicino alla casa reale austriaca, il principe di Metternich, anche lui alloggiato a Palazzo Manassei. Un superbo ballo in suo onore fu indetto presso il palazzo di Luigi Santucci, il maitre della città ( da L’Ottocento a Terni di Dario Ottaviani e da registri conservati presso l’Archivio di Stato di Terni) L’ingegnere ed architetto ternano Giuseppe Riccardi (1778-1854), il primo a comprendere il valore dei resti romani presenti nel centro storico della città, fece da brillante cicerone alla delegazione austriaca.

Con una -tre giorni- dal 28 al 30 marzo 2019, fra Terni, Narni e la Valnerina, il Terni Falls Festival ha celebrato il bicentenario della visita degli Asburgo-Lorena alla Cascata.

L’iniziativa ha avuto il patrocinio del Comune di Terni e del Comune di Narni.

    Terni ai tempi di Maria Luigia

All’Archivio di Stato di Terni una panoramica sulla vita sociale a Terni dopo la Restaurazione (1815-1819), con i documenti storici sul passaggio della casa reale austriaca illustrati da Luigi Di Sano dell’ADST ed una conferenza della prof.ssa Lucia Tanas.

    La duchessa di Parma

Al museo Eroli di Narni una conferenza: “Maria Luigia, vita, viaggi, passioni di una sovrana”, a cura di Francesca Sandrini, direttrice del Museo Glauco Lombardi di Parma, dedicato  a Maria Luigia, per conoscere la duchessa di Parma, dai molteplici interessi che spaziavano dalla musica alla cucina, alla pittura, al giardinaggio (è a Maria Luisa che si è ispirato il profumo violetta di Parma), ad attività ludiche (il ricamo, gli scacchi).

L’attore Stefano de Majo ha declamato una poesia sulla Cascata delle Marmore scritta nel 1819 dal medico e poeta narnese Raffaele Liberati, dedicata all’Imperatore Francesco I.

   Io Napoleone il conquistatore conquistato

Piece teatrale, di e con Stefano de Majo. Il “conquistatore” Napoleone Bonaparte “conquistato” dalla grazia della giovane Maria Luigia d’Austria, la sua seconda moglie, madre del tanto sospirato erede (l’Aiglon).

Avvincente viaggio nel tempo, raccontato in prima persona da uno dei più grandi conquistatori della storia, per rivivere il suo amore contrastato per Maria Luigia che, da giovane e inesperta donna, merce di scambio per la ragion di Stato, tra i due più potenti imperatori del suo tempo, padre e marito, seppe conquistare a poco a poco un suo ruolo di riguardo nell’impero e nel cuore dell’Imperatore diventando la donna che conquista Napoleone affermando la sua piena libertà.

“… la mia regola è che le donne non mettano mai bocca negli affari di Stato e nella politica, se così accadesse con mia moglie sarei rovinato …” disse Napoleone.

   Musica Classica: Dedicato a … Maria Luigia

Negli eventi in onore della duchessa di Parma, festeggiata anche con musiche durante il suo soggiorno a Terni del 1819, si è voluti inserire un concerto di musica classica. Ancora intensa la partecipazione degli studenti del Liceo Angeloni, indirizzo musicale, che hanno eseguito brani strumentali  e cantati nell’ambiente suggestivo del Circolo Il Drago.

L’imperatrice golosa, cena a  tema, con le vivande amate da Maria Luigia, ha conclusa l’evento.

   Le passioni della Duchessa

Alla BCT di Terni due manifestazioni:

Conferenza sui luoghi e le persone che ospitarono gli Asburgo-Lorena (Palazzo Manassei, Giuseppe Riccardi).

Wokshop sulle passioni della duchessa: gli scacchi ed  il ricamo. Al Caffè Letterario della BCT, una dimostrazione del gioco degli scacchi da parte del maestro Rocchetti. A seguire, le ricamatrici della Scuola di Ricamo e Museo di Valtopina, hanno effettuato dimostrazioni di ricamo nella chiostrina della BCT.